Biografia - cegolea

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gabriela CEGOLEA e nata in Romania, nella Regione della Bucovina a Dorohoi, il 15 dic 1948, nella generosa e fertile terra sopranominata il granaio d’Europa, sotto il segno del Saggitario, durante una eccezionale bufera di neve, paragonabile solo al suo focoso e tempestoso carattere di artista leale e vera che non ha mai accettato compromessi neanche di natura opportunistica, politica o dittatoriale. Superba cantante lirica dalla voce libera e potente, di immediato impatto scenico, unica nel suo stile, grazie al suo particolare metodo di canto. Il suo debutto sconvolge i falsi idoli della lirica riportando il vero Bel canto italiano sulle scene mondiali dell’opera, dove viene acclamata a scena aperta...
Temuta ed invidiata per la sua bellezza e coinvolgimento critico in riferimento alla scuola di canto contemporanea, viene ostacolata nella sua irruente carriera da numerosi poteri occulti, ma cio nonostante riesce comunque ad emergere sulle scene del teatro mondiale grazie a numerosi importanti musicisti, direttori d’orchestra famosi, i quali non si sono lasciati sfuggire una simile rarita avvalendosi della sua presenza e talento.
Il padre, Ioan Cegolea, di origine Toscane proveniente da una famiglia Senese fabbricanti d’armi da tiro ed archi, emigrati in terre moldave per motivi commerciali, era cantante di professione, con una potente voce di basso profondo, seminarista a Cernauti e pluridecorato della II guerra mondiale.
La madre, Elvira Furtuna, una bellissima donna e cantante di operette, e nipote del prete letterato e mecenate, Dumitru Furtuna che fu un simbolo della cultura e la chiesa ortodossa romena.
Gabriela Cegolea cresce e studia a Botosani presso il Liceo classico A.T.Laurian e la Scuola di Musica della citta, solfeggio, violino e pianoforte. Piu tardi, l’11 nov 1994, Gabriela Cegolea ricevera con HCL, ovvero con decreto n.69, il titolo di Cittadino d’onore della citta di Botosani – Romania.
Frequento il Conservatorio di Iasi e Bucarest, studiando canto con il celebre soprano romeno Ana Talmaceanu ed il famoso basso Stefanescu Goanga, e studia inoltre pedagogia, direzione del coro e composizione. Successivamente parti per l’Italia dove continuo il perfezionamento artistico seguendo il Master class a Taormina con Nicola Rossi Lemeni e Nicola Bonavolonta, frequentando in seguito il Conservatorio ” Benedetto Marcello” di Venezia, canto e repertorio con M. Bononi e Renato Sabbioni e, in privato, a Treviso, con Mario e Marcello Del Monaco. In seguito, per dissenso politico con il suo paese di origine, la Romania di Ceausescu, Gabriela Cegolea chiede asilo alla Svezia che lo concesse immediatamente.  Vince, a Stoccolma, per due volte,  il Concorso Internazionale di Canto “Cristine Nilson” ed in seguito “Jussi Bjorling”, con le rispettive borse di studio, e partecipa come solista al concerto di Gala dell’Opera Reale della capitale svedese e della Filarmonica di Malmoe(dir. Kurt Bendix); canto nell’opera svedese Drottning Jag al Teatro Reale di Drottningholm(Stoccolma).
Sempre in Svezia, frequento inoltre la Scuola dell’Opera di Stoccolma(management teatrale, pedagogia,  musicologia e regia) e i master class di canto con la grande Birgite Nilson e di arte scenica con il famosissimo Ingmar Bergman che la richiese nel suo film “Flauto magico” ma che la Cegolea dovette a malincuore declinare a favore del suo ritorno in Italia per partecipare al concorso indetto dalla Scuola del Teatro alla Scala di Milano, occasione preziosa per tingere, alla sapienza di grandi nomi della Lirica mondiale, a quei tempi ancora possibile. Ammessa al prestigioso Corso della Scala, studio’ arte scenica, repertorio, regia d’opera, e canto con Margarita Carosio, Renata Tebaldi, Ettore Campogalliani, Renato Pastorino, Franco Corelli, Mafalda Favero, Magda Olivero, Carlo Bergonzi e Paolo Montarsolo. Nel 1974 debutto alla Piccola Scala nel Piccolo Spazzacamino di Britten.
Come vincitrice, in Italia, di altri Concorsi Internazionali di Canto(Lonigo, Peschiera del Garda e Parma) sostenne numerosi concerti lirici a Parma(Teatro Regio), Torino(Teatro Regio), Milano(Teatro Carcano), Mantova(Teatro Sociale), Verona(Filarmonico), Lugo di Romagna, Cremona etc. ed anche all’estero Wiener Musikverein, Salsburg, Wurzburg, Amsterdam, Rotterdam, Parigi (in tale contesto strinse una bella amicizia con la grande Regine Crespin con cui studio’ diversi ruoli del repertorio francese).
Il Soprano Gabriela Cegolea e cittadina romena, italiana e svedese. Parla correntemente e canta in Romeno, Italiano, Svedese, Francese,Tedesco, Inglese, Russo e Latino.
Nel 1976 debutto, in Danimarca, con una nuova produzione di TOSCA al Teatro Reale di Copenhagen (con P.Lindroos). Il successo fu strepitoso, la critica parlando di “vero trionfo” tanto che La Cegolea venne immediatamente invitata a cantare lo stesso ruolo al Teatro Reale di Stoccolma (con R.Bjorling) e al Teatro Reale di Oslo (dove i giornali scrissero che “l’entusiasmo del pubblico, dopo l’aria Vissi d’arte, fu tale da fermare lo spettacolo” con applausi a scena aperta). Segui l’opera Un Ballo in Maschera (in lingua svedese) a Stoccolma. La straordinaria bellezza e qualita vocale della Cegolea indusse il Maestro Claudio Abbado a richiederla nell’opera Don Carlo di Verdi (nel ruolo di Eboli) da lui diretta alla Scala, assieme a Carreras, Freni, Ghiaurov, Cappuccilli. Nel 1978 debutto nella Manon Lescaut di Puccini al Teatro La Fenice di Venezia e fu immediatamente chiamata dal M. Georges Pretre alla Scala (in occasione del Bicentenario della fondazione del omonimo teatro) per interpretare lo stesso ruolo della Manon, assieme a Placido Domingo e Leo Nucci, Renato Capecchi e A.Poli, con la regia di Faggioni.
Nell’inverno del 1978 il maestro Gianandrea Gavazzeni richiede la Cegolea nel ruolo della protagonista nell’opera La Parisina di Mascagni, in apertura di stagione, al Teatro dell’Opera di Roma, con il baritono Aldo Protti e la regia di Pier Luigi Pizzi. La Cegolea tornera’, piu’ tardi, a Roma con la Fausta di Donizzetti(Giacomini, Bruson, dir.Oren) e, nel 1992, nella Basilica di Santa Maria Maggiore, in diretta radiofonica e televisiva(RADIOTRE e RAIDUE) con la prima mondiale di HUACA di Luciano Bellini (dir. Luciano Bellini) per soli, coro, orchestra e strumenti popolari, dedicata e ispirata alla vita, la storia e la mitologia degli Indiani d’America prima dell’arrivo dei Conquistadores, scritta appositamente per la Cegolea.
Nell’estate 1979 innauguro la Stagione del festival di Valle d’Itria a Martina Franca, con “La pace di Mercurio” di Traetta(con P.Adkink Chiti, E.Jimenez, dir. H.Handt). Nel 1979 canto, a New Jersey, nel Don Carlo de Verdi, questa volta nel ruolo di Elisabetta. Canto nel Mose di Rossini (dir. M.Campori, con D.Kavrakos e J. Diaz) nella prestigiosa Lincoln Center di New York. Il Maestro Jesus Lopez Cobos che la senti in quell’occasione, la vuole nella stessa opera, da lui diretta, alla Scala l’anno seguente. Sempre alla Scala canto poi nella nuova produzione di Kovanschina di Mussorgschi(con Julia Hamari, Evghenij Nesterenko, Simon Estes, Carlo Bini e Luigi Roni, regia di Liubimov) I Pagliacci di Leoncavallo (Giacomini, Andreoli, regia di Zeffirelli dir. Muller) e Beatrice di Tenda di Bellini. Porto la sua Manon Lescaut a San Paolo di Brasile(con N.Martinucci dir. Michelangelo Veltri) a Melbourne in Australia(con L. Furlan direttore C.M. Cillario) in Francia, in Olanda (regia M.Patane) in Francia a Bordeaux(con V.Merighi) dove canto anche Il Trovatore (con Giacomini, Zancanaro dir. M. Klobucar). Nel 1982 innauguro’ la stagione lirica del Filarmonico di Verona con una nuova produzione della Risurrezione di Alfano (con Scano, Del Monte, direttore Carlo Franci e regia di Beppe Menegatti). Il successo fu straordinario e la critica veronese esalto’ allora la grandissima capacita vocale e scenica della protagonista(capace di creare una tensione scenica “che si poteva tagliare col coltello”). Canto al Teatro San Carlo di Napoli nella Petite messe Sollennelle di Rossini(con B.Giaiotti) Un Ballo in Maschera(con Murgu e Nucci dir. G. Patane) Andrea Chenier di Giordano(con G. Giaccomini). In seguito porto’ lo Chenier a Como, Mantova, Liegi, Versailles, nel Bicentenario della Rivoluzione francese (con P.Domingo, V.Cortez, J.Pons dir A. Guadagno). A Trieste canto la Tosca (con F.Tagliavini dir M.Arena) Goyescas di Enrique Granados (con Carlo Bini) ed una nuova produzione di Vittoria e il suo Hussaro di Paul Abraham (con Scano, Ariostini, Daniela Mazzucato. M. Massimini) che ottenne un successo tale da essere nuovamente programmata la stagione seguente... A Catania canto nel Trovatore (con F. Cossotto, Ivo Vinco, M. Manuguerra, Merighi, dir. Oliviero De Fabritiis) nell’Andrea Chenier(con Giaccomini) nella Boheme (con  G.Floresta, Filistad, Carta). Canto il ruolo di Mimi anche a Mantova e Como ma anche in Francia, a Reims. A Cagliari canto ne I Pagliacci(con N.Todisco, dir N. Bonavolonta) che ripprese a Lecce; A Palermo canto’ nella Jacquerie di Marinuzzi(con Bartolini dir. M. Ziino) e Andrea Chenier(con Giaccomini dir. N. Rescigno). Canto nella Turandot (Liu) a Cosenza(dir. Muller) ed anche al Festival Maria Biesu di Chisinau(con M. Biesu dir. M. Dumanescu). Il maestro Massimo Di Bernart la richiese a Pisa, per il ruolo della protagonista nella Rondine di Puccini da lui diretta(con V.Bello, Rolando Panerai M. R. Cosotti, Regia: Giulio Chazalettes, Scene e costumi: Ulisse Santicchi). La Tosca fu un ruolo che la Cegolea porto anche al Coccia di Novara, Como, Imperia, Jesolo, Macerata, Jesi, Luca,Teatro Grande di Brescia. Il M. Lopez Cobos la chiamo’ in Germania, a Berlino per la Tosca(con N.Shicoff) e Un Ballo in Maschera(con V. Sardinero). Giancarlo Del Monaco firmo’ la regia della sua Anna Bolena di Donizzetti a Stuttgard chiamandola poi a Bonn per Simone Boccanegra, nel ruolo di Amelia Grimaldi, che cantera anche a Glasgow, in Scozia (dir H. Lewis) sotto la guida di Regine Crespin. Il Maestro Carlo Maria Giulini la richiese a Londra nella Missa Solemnis di Beethoven da lui diretta(con M. Benaglio dir del coro della Scala). Segui il Nabucco a Dusseldorf e Tosca a Munchen(con P.Dvorski dir. G.Patane’). In Svizzera canto Attila e Ernani a St Gallen (dir C.Franci) Tosca(due nuove produzioni) a Berna e Basilea (con E.Tumageanian). Seguirono Manon Lescaut a Madrid, I Pagliacci a Bastia(Corsica), Tosca e Nabucco all’Opera Nazionale di Bucarest, Boheme a Seoul(Corea del Sud) Lucrezia Borgia a San Francisco, Nabucco di Verdi e Don Giovanni di Mozarta a Palma di Maiorca e Vigo(Spagnia) Traviata(con A.Elena e G.Lormi) e Ernani (con M.Augustini) al Verdianeum di Roncole Verdi, Carmen a Genova(con Zancanaro), Butterfly (con S.Bologna dir. C.Micheli), Tosca(con L.Bartolini e F.Giovine dir. C.Micheli) e Carmen (con L. Bartolini dir. C.Micheli) e Nabucco (con M. Augustini) al Festival JesolOpera di Jesolo; Adriana Lecouvreur di Cilea, a Malta (con G. Cecchele) e a Lubjana canto’ in Tosca e nell’ Otello di Verdi(con Carlo Cossuta) e Aida di Verdi (con O. Garaventa).
Tornata in Romania dopo il lungo esilio politico, subito dopo la caduta della dittatura comunista di Ceausescu, avvenuta nel dicembre 1989, anche per unirsi alla famiglia rimasta divisa dalla dittatura, la Cegolea fu immediatamente richiesta all’Opera Nazionale Romena nei ruoli di Tosca e Abigaille(Nabucco). Le cronache dell’epoca scrivevano che mai ci fu una simile affluenza alla Opera Nazionale di Bucarest con il teatro “tutto esaurito” e con pubblico in piedi e sulle scalinate ....dopo l’esaurimento dei posti a sedere la folla di appassionati a sfondato tutte le barriere di controllo occupando persino il foyer per ascoltare la Cegolea. ”Una ventata di liberta portata dalla Cegolea” scrivevano le cronache! In quella occasione il soprano ha devoluto il suo onorario alla orchestra.... Seguirono concerti a Bucarest(Sala Palatului, Sala Radio, Ateneul Roman) la Filarmonica di Botosani, l’Opera Romena di Cluj e Filarmonica di Craiova, la celebrisima “Biserica Neagra” di Brasov. All’Ateneo Romeno canto” Le Cantate di Vivaldi con “I Virtuosi” di Bucarest dir. H. Andreescu.
La Cegolea ha inciso dischi LP, CD e videocassette e DVD presenti nelle reti commerciali internazionali (Il Verismo Italiano, Spirito Bizantinio, Ave Maria, Cantolopera, Noapte de Craciun, etc) ed ha partecipato, come ospite d’onore, a numerosissime trasmissioni televisive, interviste e spettacoli musicali in tutto il mondo, facendo parte anche di alcune giurie dei concorsi internazionali di canto(ex: Tito Schipa di Lecce).
Il soprano Gabriela Cegolea ha inciso a Lucca, per la Biblioteca Nazionale Italiano,“Le canzoni” di Pratella(al pianoforte M. Vincenzo Scalera) e a Catania il Recital di musiche su testi di Gabriele D’Annunzio(al pianoforte M. Baracchi) sostenendo inoltre un Recital “Belcanto in Sicilia”, a Corleone (al pianoforte M. Alessandro Fortuna), un Recital con musiche di F.P.TOSTI al Museo della Scala di Milano(al pianoforte M. Alessandro Fortuna) e un Recital con musiche di Catalani a Mondovi e Teatro Regio di Torino) al pianoforte M. Alessandro Fortuna).
Nel 2003 la Cegolea pubblica con la casa discografica “ARMONIA” di Venezia il CD ” Le canzoni di Venezia “  14 canzoni moderne inedite, autore M. Bruno Baudissone, adattate in dialetto veneziano contemporaneo dall’editore veneziano Sergio Barusco(discendente, per via materna, dalla celeberima cantante Lina Cavalieri, considerata ai suoi tempi “la donna piu’ bella del mondo”- celebre il film con Gina Lolobrigida e Vittotio Gassman).
Per la sua bellissima voce, la sua maestria ed il talento artistico, la critica mondiale ha decretato il soprano Gabriela Cegolea “una delle migliori interpreti liriche di tutti i tempi” dichiarando che molto deve la lirica alla Cegolea.
Ha pubblicato un volume di poesie in lingua italiana ”Concetti in versi ” (Milano 1989)
La Cegolea ha colezionato una grande quantita  di riconoscimenti come diplomi, medaglie d’oro e titoli onorifici, articoli sulla stampa di tutto il mondo. Riconosciuta in diverse enciclopedie specialistiche fra le quali la prestigiosa LEXICON, Collezione di tutti gli musicisti romeni, autore il celeberimo musicologo romeno Viorel Cosma, e Großes Sängerlexikon Volume 4 By Karl-Josef Kutsch, Leo Riemens
Nel 1991  riceve dal Ministero degli Esteri e il Ministero del Commercio della Romania il titolo onorifico di “Ambassador of good will” per gli interessi commerciali e culturali fra la Romania e Italia.
La Cegolea ha svolto, fra l’altro, attivita manageriale come direttore artistico dell’agenzia teatrale EUROPERA di Milano(dal 1979) con cui lancio’ in carriera artisti, oggi di fama mondiale, come i tenori Giuseppe Giaccomini e Marcello Giordani, i soprani June Anderson e Sumi Jo, il basso Francesco Ellero D’Artegngna e tanti altri...
Fu General manager della ESPRO ROMANIA(dal 1990) e General manager della ARMONIA ART & TOURISM-Romania(dal 1993). E dal 1991 a tutt’oggi, presidente della FONDAZIONE  “VOX MENTIS”– Accademia di Canto Lirico e rappresentante della minoranza etnica italiana e della nuova migrazione italiana in Romania. Nel 1998 e direttore artistico del 1* Festival d’Opera “Arena di Venezia ” a Cavallino Treporti(VE) ; Nel 2001 e fondatrice e direttore artistico del primo Festival della Lirica di Lido di Jesolo(VE) JESOLOPERA . Nel 2002 e direttore artistico della “ASSOCIAZIONE ITALIANA PROMOZIONE MUSICA E SPETTACOLO”  e come tale partecipera, nel 2003, alla prima nuova edizione del festival “Gondola d’oro” di Venezia Lido presso il Teatro della Mostra del Cinema.
Inoltre, in qualita di legale rappresentante della Associazione teatrale ”VOX MENTIS” di Cavallino Treporti(VE) la Cegolea ha organizzato, nel 2007, sotto l’egida dell’Istituto Romeno di Cultura di Venezia(director Prof. Acad. Commendator Aurel Pop) e alla Regione del Veneto, uno spettacolo classico in maschera, per salutare l’entrata della Romania nella Comunita’ Europea.
Dal 2004  la Cegolea e fondatrice e presidente, in societa con l’editore Sergio Barusco,  della S.C. TELESTAR DIFFUSION srl, membro della Confindustria Romania, con il canale televisivo europeo bilinguista TeleStar1, che si occupa della promozione di scambi culturali, economici e turistici fra la Romania e l’Italia ed i paesi della zona geografica Balcanica, mediante la propria televisione, con studi televisivi di proprieta’ della Fondazione “Vox Mentis”, con sede a Cernica-Romania e con copertura nazionale in Romania e in Italia, su LCN 820 (in allestimento) e visibile in Piemonte su LCN 617.
Inoltre il canale TV e visibile in tutto il mondo, in internet IPTV live streaming attraverso il Sito www.telestartv.ro e su tutte le altre applicazioni elettroniche, smartv, tablets e telefonini etc..
Come Studiosa del Canto e Didatta, Gabriela Cegolea e stata collaborattrice attiva del: Consiglio Nazionale di Ricerche per la Fonetica - Dipartimento di Linguistica dell’Universita di Padova L’Associazione Acustica – Universita di Padova - L’Istituto superiore di Medicina Olistica ed Ecologia dell’Universita di Urbino, questi enti essendo vivamente interessati delle onde sonore inusuali emesse dalla soprano Gabriela Cegolea durante la interpretazione dei brani lirici usando il metodo Vox Mentis.
Il soprano ha collaborato con giornali e riviste pubblicando saggi e articoli specialistici. In seguito ha pubblicato due manuali professionali per la nuova tecnologia della voce umana moderna: MECCANICA DEL CANTO (1990)  e  VOX MENTIS Manuale didattico di Meccanica Fonica e Canto(1994) tradotto in romeno “Ghid practic pentru cantat si vorbit” ed ha sostenuto numerosi Master class  in Italia e all’estero.
Nel 1995 apri in Romania La Fondazione “Vox Mentis” con la quale fondo la Scuola Internazionale di Canto VOX MENTIS, con l’impegno di formare una nuova e rivoluzionaria generazione di cantanti-interpreti di musica classica. Vedi pagina...
Gabriela CEGOLEA s-a nascut in ziua de 15 dec. 1948, in Romania, pe meleagurile Bucovinei, la Dorohoi, pamant darnic si fertil, cunoscut ca si “granarul Europei”, sub semnul Sagetatorului, in timpul unei furtuni exceptionale de zapada, asemanatoare cu impetuosul si focosul caracter al artistei, loiala si adevarata, ce nu a acceptat niciodata compromisuri, de tip oportunist, politic sau dictatorial. Cantareata superba de opera, cu o voce libera si puternica, cu un instantaneu impact scenic, unica in stilul sau gratie metodei speciale de canto folosite. Debutul sau rastoarna falsii idoli ai operei reinstaurand adevaratul Bel canto italian pe scenele mondiale de opera, unde este aclamata la scena deschisa ....
Temuta si invidiata pentru frumusetea ei dar si pentru implicarea critica cu privire la scoala de canto contemporana, este deseori obstacolata in navalnica sa cariera de puteri oculte, reusind, in ciuda greutatilor, sa se distinga pe scenele internationale, datorita si numerosilor muzicieni importanti, dirijori de orchestra celebri care, apreciind nespus prezenta si talentul sau, nu au permis sa le scape din mana o asemenea raritate.
Tatal, Ioan Cegolea, se tragea din origini Toscane, dintr-o straveche familie Sieneza de fabricanti de arme, de tras si arc, emigrati pe meleaguri moldovenesti din motive comerciale. Era cantaret de profesie, cu o puternica si profunda voce de bas, seminarist la Cernauti si pluridecorat in al 2-lea razboi mondial.
Mama, Elvira Furtuna, cantareata de operete, de o exceptionala frumusete, este nepoata preotului carturar si mecenat Dumitru Furtuna, un simbol al culturii si al bisericii ortodoxe romane.
Gabriela Cegolea creste si studiaza la Botosani, absolvind Liceul A.T.Laurian si Scoala de Muzica locala, solfegiu, vioara si pian. Peste ani, mai exact in data 11 nov. 1994, Gabriela Cegolea va primi, cu HCL adica decret nr 69, titlul de Cetatean de onoare al orasului Botosani-Romania.
A urmat Conservatorul din Iasi si Bucuresti, studiind canto cu celebra soprana Ana Talmaceanu si faimosul bas Stefanescu Goanga; studiaza de asemenea pedagogia, dirijorat de cor si compozitie. Succesiv pleaca in Italia unde continua perfectionamentul artistic urmand cursurile de Masterclass de la Taormina cu Nicola Rossi Lemeni si Nicola Bonavolonta, frecventand succesiv cursurile Conservatorului Benedetto Marcello din Venezia, canto e repertorio cu M. Bononi si Renato Sabbioni iar in particular, cu Mario si Marcello Del Monaco. Urmare disensului politic cu tara de origine, Romania lui Ceausescu, Gabriela Cegolea cere azil Suediei, care i-l acorda imediat. Castiga la Stockholm, de doua ori consecutiv, Concursul International “Cristine Nilson”si apoi “Jussi Bjorling”, cu respectivele burse de studiu, si ia parte, ca solista, la concertul de Gala al Operei Regale din capitala suedeza precum si cu Filarmonica din Malmoe(dir. Kurt Bendix); a cantat si in opera suedeza Drottning Jag la Teatrul Regal din Drottningholm(Stockholm).
Tot in Suedia a urmat deasemenea Scoala de Opera din Stockholm(management teatral, pedagogie, muzicologie si regie) si master class de canto cu marea Birgite Nilson iar arte scenica cu faimosul Ingmar Bergman care o cere in singurul sau film muzical, “Flautul fermecat” de Mozart, propunere pe care insa Cegolea a trebuit, cu multa parere de rau, sa o refuze in favoarea intoarcerii sale in Italia pentru a partecipa la concursul organizat de Scoala de Canto a Teatrului La Scala din Milano, ocazie nespus de pretioasa, la acel timp, pentru a atinge la stiinta marilor nume ai Operei mondiale. Admisa la prestigiosul Curs de la Scala, a studiat arta scenica, repertoriu, regie de opera si canto cu Margarita Carosio, Renata Tebaldi, Ettore Campogalliani, Renato Pastorino, Franco Corelli, Mafalda Favero, Magda Olivero, Carlo Bergonzi e Paolo Montarsolo. In 1974 a debutat la Piccola Scala in “Piccolo Spazzacamino” de Britten.
In calitate de castigatoare, in Italia, a altor Concursuri Internationale de Canto(Lonigo, Peschiera del Garda si Parma) a sustinut numeroase concerte lirice la Parma(Teatro Regio) Torino(Teatro Regio), Milano (Teatro Carcano) Mantova(Teatro Sociale), Verona(Filarmonico) Lugo di Romagna, Cremona etc. precum si in strainatate la Wiener Musikverein, Salsburg, Wurzburg, Amsterdam, Rotterdam, Paris(cu aceasta ocazie s-a imprietenit cu marea soprana Regin Crespin, cu care a studiat diverse roluri din repertoriul francez).
Soprana Gabriela Cegolea este cetatean roman, italian si suedez. Vorbeste curent si canta in romana, italiana, suedeza, franceza, germana, engleza, rusa si latina.
In anul 1976 soprana Gabriela Cegolea a debutat, in Danemarca, cu o noua productie de TOSCA, la Teatrul Regal din Copenhaga(cu P. Lindros). Succesul a fost uimitor, critica vorbind de un adevarat “triumf” soprana fiind imediat invitata sa cante acelasi rol la Teatrul Regal din Stockholm(cu R. Bjorling) si la Teatrul Regal din Oslo(unde ziarele au scris ca “entuziasmul publicului dupa aria “Vissi d’arte” a fost asa de puternic incat a blocat spectacolul” cu aplauze la scena deschisa. A urmat opera BAL MASCAT(in limba suedeza) la Stockholm. Frumusetea extraordinara si calitate vocala a sopranei Cegolea l-a determinat pe maestrul Claudio Abbado sa o cheme in Italia pentru opera DON CARLO de Verdi(in rolul Eboli) dirijata de el la Scala din Milano(impreuna cu Carreras, Freni, Ghiaurov, Cappuccilli). In anul 1978 a debutat in MANON LESCAUT de Puccini la Teatrul La Fenice din Venezia fiind chemata, imediat dupa succesul obtinut, de maestrul Georges Pretre la Scala din Milano(cu ocazia Bicentenarului Teatrului alla Scala) pentru a interpreta acelasi rol, alaturi de tenorul Placido Domingo si baritonul Leo Nucci, basul Renato Capecchi si tenorul A.Poli, cu regia de Faggioni.
In iarna anului 1978 maestrul Gianandrea Gavazzeni a chemt-o pe Cegolea in rolul protagonistei in opera LA PARISINA de Mascagni, in cadrul deschiderii stagiunii la Teatro dell’Opera din Roma, langa baritonul Aldo Protti si tenorul Angelo Mori, cu regia de Pier Luigi Pizzi.
Gabriela Cegolea va reveni la Roma cu FAUSTA de Donizzetti(Giacomini, Bruson dir. Oren) iar, in 1992, in Biserica Santa Maria Maggiore, in transmisie directa radiofonica si televizata (RadioTre si RAI due) cu premiera mondiala HUACA de Luciano Bellini(dir. Luciano Bellini) pentru solo, cor, orchestra si instrumente popolari, dedicata si inspirata din viata, istoria si mitologia Indienilor din America inainte de venirea Cuceritorilor, lucrare scrisa special pentru soprana Cegolea.
In vara anului 1979 a inaugurat Stagiunea Festivalului din Valle d’Itria, de la Martina Franca, cu “LA PACE DI MERCURIO de Traetta(cu P. Adkink Chiti, E.Jimenez, dir. H.Handt). In 1979 a cantat, la New Jersey, in DON CARLO de Verdi, de data aceasta in rolul Elisabetei. A cantat in MOSE’ de Rossini(dir. M.Campori, con D.Kavrakos si J.Diaz) in prestigioasa Lincoln Center din New York. Maestrul J.Lopez Cobos auzind-o cu aceasta ocazie, a solicitat-o pentru aceeasi opera dirijata de el la Scala din Milano anul urmator. Tot la Scala a cantat apoi in noua productie KOVANCHINA de Mussorgski(cu Iulia Hamari, E.Nesterenko. S.Estes, C.Bini si L. Roni, regia Liubimov) I PAGLIACCI de Leoncavallo(Giacomini, Andreoli, regia Zaffirelli dir Muller) si BEATRICE DI TENDA de Bellini. A cantat apoi Manon Lescaut si la San Paolo in Brazilia(cu N.Martinucci dir M.Veltri) la Melbourne in Australia(cu L.Furlan, dir. C.M.Cillario) in Olanda(regia M.Patane) in Franta la Bordeaux(cu V.Merighi) unde a cantat si TRUBADURUL(cu Giacomini, Zancanaro, dir M.Klobucar). In 1982 a inaugurat stagiunea de opera a Filarmonicii din Verona cu o noua productie a operei INVIEREA de Alfano(con Scano, Del Monte, dir. Carlo Franci si regia beppe Menegatti). Succesul a fost extraordinar iar critica din Verona a exaltat in acea ocazie, marea capacitate vocala si scenica a protagonistei (capabila sa creeze o tensiune scenica”ce se putea taia cu cutitul”). A cantat la Teatrul San Carlo din Neapole in “PETITE MESSE SOLLENNELLE de Rossini(cu B.Giaiotti) BAL MASCAT(cu Murgu si Nucci dir G.Patane) ANDREA CHENIER de Giordano(cu Giacomini). A cantat in Chenier si la Como, Mantova, Liege, Versailles, in contextul aniversarii Bicentenarului Revolutiei franceze(cu P.Domingo, V.Cortez, J Pons, dir. A.Guadagno). La Triest a cantat Tosca(cu F.Tagliavini dir M.Arena) GOYESCAS de Enrique Granados(cu C.Bini) precum si o noua productie cu opereta VICTORIA SI AL SAU HUSAR de Paul Abraham(cu Scano, Ariostini, D.Mazzucato, M.Massimini) spectacol care a obtinut un succes atat de mare incat a fost programat din nou in stagiunea urmatoare. La Catania a cantat in TRUBADURUL(cu F.Cossotto, Ivo Vinco, M.Manuguerra, Merighi, dir. Oliviero Di Fabritiis) in ANDREA CHENIER(cu Giacomini) in BOHEME(cu G.Floresta, Filistad, Carta). A cantat rolul lui Mimi si la Mantova, Como, Jesi, Fano, dar si in Franta la Teatrul din Reims(cu Filistad). La Cagliari a cantat in Paiate(cu Todisco, dir. N. Bonavolonta) rol pe care il va canta si la Lecce. La Palermo a cantat in JACQUERIE de Marinuzzi(cu Bartolini dir. M.Ziino) si ADREA CHENIER(cu Giacomini dir N.Reschigno). A cantat in TURANDOT(Liu) la Cosenza(dir Muller) dar si la Festivalul Maria Biesu la Chisinau(cu M.Biesu dir. M.Dumanescu). Maestrul Massimo Di Bernart a solicitat-o la Pisa, pentru rolul protagonistei in La RONDINE de Puccini, sub bagheta sa(cu V.Bello, Rolando Panerai, M.Rene Cossotti, regia Giulio Chazalettes, Scene e costumi: Ulisse Santicchi). Tosca a fost un rol pe care Cegolea l-a cantat si la Teatrul Coccia din Novara, Como, Imperia, Macerata, Jesi, Luca, Teatro Grande din Brescia. Maestrul Lopez Cobos a chemat-o la Berlin sa cante Tosca(cu N.Shicoff) si Bal Mascat(cu V.Sardinero). Giancarlo Del Monaco a semnat regia spectacolelor sale cu ANNA BOLENA de Donizzetti, la Stuttgard, chemand-o apoi la Bonn sa cante in SIMONE BOCCANEGRA de Verdi, in rolul Ameliei Grimaldi, rol pe care Cegolea il va canta si la Glasgow, in Scozia(dir H.Lewis) sub indrumarea marei Reginei Crespin. Maestru Carlo Maria Giulini a solicitat-o pentru MISSA SOLEMNIS de Beethoven dirijata de el la Londra(cu M. Benaglio dirijorul corului de la Scala). Urmeaza NABUCCO a Dusseldorf si TOSCA la Munchen(cu P.Dvorschi dir. G.Patane). In Elvetia a cantat in ATTILA si ERNANI de G.Verdi, la St Galle(dir. C.Franci) TOSCA, doua productii noi la Bern si Basel (cu E.Tumagenian). Urmeaza MANON LESCAUT la Madrid, PAIATE la Bastia(Corsica) Tosca si Nabucco la Opera Nationala Romana din Bucuresti, Boheme la Seoul(Corea de Sud) LUCREZIA BORGIA de Donizzetti la San Francisco, Nabucco de Verdi si DON GIOVANNI de Mozart la Palma de Majorca si Vigo, CARNMEN la Genova(con Zancanaro) BUTTERFLY(con S. Bologna dir C.Micheli), Tosca(cu L. Bartolini si F.Giovine dir C.Micheli) si Carmen(cu L.Bartolini dir C.Micheli) si  Nabucco(con M.Augustini) la primul Festival JesolOpera di Jesolo; ADRIANA LECOUVREUR de Cilea la Malta(con G. Cecchele) iar la Lubljana a cantat in Tosca, in OTELLO (con Carlo Cossuta) si AIDA de Verdi (cu O.Garaventa).
Dupa un lung exil politic, intorcandu-se in Romania, imediat dupa caderea regimului comunist al lui Ceausescu din decembrie 1989, Gabriela Cegolea s-a reunit cu familia ramasa despartita de dictatura, fiind imediat solicitata la Opera Nationala Romana sa cante in rolurile Tosca si Abigaille Nabucco). Cronicile timpului povestesc despre faptul ca niciodata nu fusese o asemenea afluenta de public la Opera Nationala din Bucuresti, cu teatrul complet plin iar publicul ramas in picioare si pe scari, dupa completarea locurilor, multimea de melomani doborand toate barierele de control ocupand pana si foyerul pentru a asculta-o pe soprana Cegolea.”Un vant de libertate adus de Gabriela Cegolea” scria presa timpului! In acea ocazie soprana a donat intregul sau onorariu orchestrei. Au urmat concerte la Bucuresti(Sala Palatului, Sala Radio, Ateneul Roman) Filarmonica din Botosani, opera Romana din Cluj si Filarmonica di Craiova, concert in celebra Biserica Neagra din Brasov. La Ateneul Roman a cantat LE CANTATE DI VIVALDI cu orchestra “I Virtuosi” din Bucuresti dirijata de M. Horia Andreescu.
Gabriela Cegolea a inregistrat discuri LP, CD, si videocasete si DVD, prezente in retelele comerciale internationale(Il Verismo Italiano, Spirito Bizantino, Ave Maria, Cantolopera, Noapte de Craciun, etc) si a participat, ca invitata de onoare, la numeroase transmisiuni televizive, interviuri si spectacole muzicale in intreaga lume, facand si parte din jurii de specialitate la concursuri internationale de canto(ca de ex “Tito Schipa” din Lecce). Soprana Gabriela Cegolea a inregistrat la Lucca, pentru Biblioteca Nationala Italiana, “LE CANZONI DI PRATELLA(la pian M. Vincenzo Scalera) iar la Catania un Recital cu muzica pe texte de Gabriele D’Annunzio(la pian M. Baracchi) sustinand deasemenea un Recital “Belcanto in Sicilia”, a Corleone (al pianoforte M. Alessandro Fortuna) precum si un Recital la Muzeul Teatrului La Scala din Milano, cu muzica de F.P. TOSTI(la pian M. Alessandro Fortuna) si un Recital la Mondovi si Teatro Regio din Torino, cu muzica din operele lui A.CATALANI (la pian M.Alessandro Fortuna).
In anul 2003 Gabriela Cegolea publica, cu casa discografica “ARMONIA” din Venezia, CD-ul “Le canzoni di Venezia”-14 cantece moderne inedite, autor M. Bruno Baudissone, adaptate in dialect venezian contemporan de editorul venezian Sergio Barusco(urmas, pe linie materna, al faimoasei cantarete Lina Cavalieri, considerata, la timpul sau, “cea mai frumoasa femeie din lume”- celebru filmul cu Gina Lolobrigida si Vittorio Gassman).
Pentru frumusetea vocii, a maestriei si al talentului sau artistic, critica mondiala a decretat soprana Gabriela Cegolea “una dintre cele mai de seama interprete lirice din toate timpurile” declarand ca, pe buna dreptate, opera lirica datoreaza mult Gabrielei Cegolea.
Gabriela Cegolea a publicat si un volum de poezii in limba italiana”Concepte in versuri”(Milano 1989)
Gabriela Cegolea detine o bogata colectie de premii, diplome, medalii de aur si titluri de onoare, articole de presa din lumea intreaga. Prezenta in diverse enciclopedii de specialitate printre care si prestigiosul LEXICON, colectie a tuturor muzicienilor romani, autor celebrul muzicolog roman Viorel Cosma, si Großes Sängerlexikon Volume 4 By Karl-Josef Kutsch, Leo Riemens.
In anul 1991 Gabriela Cegolea primeste din partea Ministerului de Externe si al Ministerului Comertului de Comert al Romaniei, titlul onorific de „Ambassador of good will” pentru interesele comerciale si culturale intre Romania si Italia.
Gabriela Cegolea a desfasurat deasemenea si activitate manageriala precum director artistic al agentiei teatrale EUROPERA din Milano(1979) prin care a lansat in cariera artisti, astazi de faima mondiala, precum tenorii Giuseppe Giacomini si Marcello Giordani, sopranele June Anderson si Sumi Jo, basul Francesco Ellero D’Artegna si multi altii...
A fost General manager al ESPRO ROMANIA(din 1990) si General manager al ARMONIA ART&TOURISM-Romania(1993). Este, din 1991 pana in prezent, presedinte al FUNDATIEI” VOX MENTIS”-Academia de Canto Liric si reprezentanta a minoritatii etnice italiene si a noii migratii italiene in Romania. In 1998 este director artistic al I Festival de Opera “Arena di Venezia” la Cavallino Treporti(VE); In 2001 este fondatoare si director artistic al primului Festival de Opera lirica din Jesolo(VE) JESOLOPERA. In 2002 este director artistic al “ASOCIATIEI ITALIENE PENTRU PROMOVAREA MUZICII SI A SPECTACOLULUI” si ca atare va lua parte, in 2003, la prima noua editie a festivalului “Gondola d’oro”din Venezia Lido, la Teatrul “Mostra del Cinema”
Deasemenea, in calitate de legal reprezentant al Asociatiei teatrale”VOX MENTIS”din Cavallino Treporti(VE) Gabriela Cegolea a organizat, in vara anului 2007, sub egida Institutului Roman de Cultura din Venezia(director Prof. Acad. Commendator Aurel Pop) si al Regiunii Veneto, un spectacol clasic in masca, pentru a saluta intrarea Romaniei in Comunitatea Europeana.
Din anul 2004 Gabriela Cegolea este fondator si presedinte, cu editorul Sergio Barusco, al societatii SC TELESTAR DIFFUSION srl, membru al Confindustriei Romania, cu programul european bilingv de televiziune TeleStar1, ce se ocupa de promovarea schimburilor culturale, economice si turistice intre Romania si Italia, precum si tarile din zona geografica balcanica, prin intermediul propriei televiziuni, cu studiouri proprietatea Fundatiei “Vox mentis”, cu sediul la Cernica -Romania si cu acoperire nationala in Romania si in Italia, pe LCN 820(in lucru) si vizibil in Piemonte pe LCN 617.
Programul TV este deasemenea vizibil in intreaga lume, in internet IPTV live streaming pe site-ul www.telestartv.ro si pe toate celelalte aplicatii electronice, smartv, tablets si mobile...
In calitate de Cercetator stiintific si Didact in domeniul Canto, Gabriela Cegolea a colaborat activ cu Consiglio Nazionale di Ricerche per la Fonetica - Dipartimento di Linguistica dell’Universita di Padova L’Associazione Acustica – Universita di Padova - L’Istituto superiore di Medicina Olistica ed Ecologia dell’Universita di Urbino, aceste Institutii fiind interesate de undele sonore neobisnuite emise de soprana Cegolea in timpul interpretarilor de arii lirice folosind metoda Vox Mentis.
Soprana a colaborat cu ziare si reviste publicand eseuri si articole de specialitate. Ca urmare a publicat si doua manuale profesionale cu noua tehnologie a vocii umane moderne: MECCANICA DEL CANTO(1990) si VOX MENTIS – Manual didactic de Mecanica Fonica si Canto(1994) tradus in limba romana”Ghid practic pentru cantat si vorbit” si a sustinut numeroase Master class in Italia si strainatate.
In 1995 a deschis in Romania Fundatia “Vox Mentis” cu care a fondat Scoala Internationala de Canto VOX MENTIS, angajandu-se sa formeze o noua si revolutionara generatie de cantareti-interpreti de muzica clasica.Vezi pagina..
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu